Xrail, l'alleanza europea di produzione, continua a fare progressi

Come due anni fa, anche quest’anno i top manager di sette ferrovie merci europee sono stati invitati da FFS Cargo a partecipare alla Xrail Panel Session in occasione della transport logistic 2013. Con alcune novità.

I rappresentanti delle sette ferrovie merci coinvolte in occasione della tavola rotonda di Xrail a Monaco.

Le sette ferrovie merci europee che fanno parte dell’alleanza s’impegnano insieme per migliorare la qualità dell’attuale offerta nel traffico a carri completi (TCC), semplificando per esempio l’impiego delle risorse disponibili, elaborando misure volte ad aumentare il livello della qualità e sviluppando strumenti informatici di supporto.

All’evento di oggi erano presenti sul podio i top manager e i CEO dei partner dell’alleanza: Vlastimil Chobot (CD Cargo), Fernand Rippinger (CFL cargo), Dott. Markus Hunkel (DB Schenker Rail), Mats Hanson (Green Cargo), Dott. Georg Kasperkovitz (Rail Cargo Austria), Nicolas Perrin (FFS Cargo) e Geert Pauwels (SNCB Logistics). Seduti tra il pubblico c’erano altri rappresentanti delle ferrovie merci coinvolte, come ad esempio il Dott. Alexander Hedderich, CEO di DB Schenker Rail AG.

In un ambiente rilassato i relatori hanno discusso lo stato attuale della collaborazione, dichiarando di essere soddisfatti dei risultati ottenuti finora in un settore che rappresenta pur sempre la metà delle attività delle ferrovie merci europee e che da diversi anni si trova ad affrontare sfide difficili. Obiettivo dell’alleanza è quindi migliorare il livello della puntualità, creare più trasparenza con un’informazione più dettagliata ai clienti durante il trasporto delle merci e velocizzare l’allestimento delle offerte.

«Tra le aziende partner, i nuovi standard di produzione vengono applicati già su una parte significativa del traffico a carri completi internazionale», sottolinea nel suo discorso introduttivo Ferdinand Schmidt, presidente del comitato di vigilanza di Xrail. Oggi questi standard sono in vigore per un quarto dei carri. L’alleanza di produzione, avviata in comune nel febbraio 2010 per rafforzare il traffico internazionale a carri isolati, ha però altri progetti da perseguire a lungo termine. «Stiamo parlando di una filosofia completamente nuova nel nostro settore, e di un modello commerciale che ci permette di migliorare la nostra competitività con la strada», ha detto Schmidt.

Tra le novità che Schmidt ha comunicato a Monaco, e che rappresentano un ulteriore importante passo avanti verso una crescita duratura e un rafforzamento continuativo dell’alleanza, vi è l’ampliamento della rete verso il Nord e il Nordest italiano. «Considerato che negli ultimi cinque anni in questa importante regione economica sono state chiuse 9 su 10 stazioni, questo sviluppo diventa per noi altamente strategico», ha sottolineato il Dott. Hunkel.

Già dal mese di aprile di quest’anno NordCargo, una società partecipata da DB Schenker Rail, offre gli standard Xrail per le stazioni del traffico a carri isolati nell’Italia settentrionale. La società Rail Cargo Italia, appartenente al Rail Cargo Group austriaco, farà lo stesso a partire dall’inizio del 2014 nel Nordest italiano. Complessivamente vi saranno quindi circa 30 altre stazioni a trarre vantaggio dai servizi internazionali di Xrail. L’estensione dell’alleanza ad altri paesi importanti come la Francia e la Polonia non è ancora all’ordine del giorno, benché la cooperazione sia aperta ad altri partner.

La seconda novità della giornata: con il lancio di un sistema internazionale di prenotazione delle capacità, a partire dal 2015 si raggiungerà la tappa successiva della cooperazione globale nel TCC. In questo contesto, i sistemi di prenotazione già utilizzati dalle singole aziende ferroviarie saranno raggruppati attraverso un broker in modo tale che il cliente possa organizzare comodamente allo schermo un piano di trasporto in tutta Europa per i suoi carri isolati e ricevere subito tutte le informazioni e un orario ferroviario per le tracce appropriate per la spedizione delle sue merci.

http://www.youtube.com/watch?v=wld2Rn6CnZc&w=520&h=293

Con l’introduzione di reti gestite in base alle capacità e collegate a livello internazionale, i partner dell’alleanza Xrail – tutti in assoluto accordo in occasione dell’evento a Monaco – danno vita a una trasformazione di fondo nel TCC.
Con l’aiuto della nuova offerta di prestazioni sarà possibile incrementare in maniera significativa l’efficienza e l’affidabilità di questi trasporti all’interno dell’intera rete dell’alleanza. «Siamo convinti che offrire un sistema internazionale di prenotazione delle capacità rappresenti un miglioramento notevole per i nostri clienti», sono state le parole di Schmidt oggi a Monaco. In futuro, già in fase di prenotazione sarà possibile assegnare in via definitiva la capacità di trasporto desiderata con l’indicazione di un orario di arrivo previsto affidabile (ETA). I clienti potranno così usufruire in maniera duratura di un livello di puntualità e trasparenza nettamente maggiore.

Nicolas Perrin, CEO di FFS Cargo e «padrone di casa» dell’evento odierno, conferma questa previsione: «I nostri clienti gestiscono catene di trasporto sempre più complesse e internazionali, esigendo al tempo stesso una maggiore qualità». La collaborazione tra i partner di Xrail – che gode del sostegno dei massimi livelli di management delle aziende coinvolte –, il lancio di un sistema informatico comune e l’ampliamento dell’alleanza consentiranno di creare un «valore aggiunto per i clienti». Nel 2015, in occasione della prossima transport logistic di Monaco, si potranno già vedere i risultati di una più stretta cooperazione nel settore della produzione.

Allgemein

Schreibe einen Kommentar

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht.