Più merci su rotaia lungo la linea del San Gottardo

Le FFS realizzano su mandato della Confederazione il «Corridoio 4 metri» sull’asse nord-sud del San Gottardo. Esso rappresenta una delle misure chiave per promuovere il trasferimento del traffico merci dalla strada alla ferrovia dal 2020. Oggi l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) e le FFS hanno presentato ai media i primi cantieri nella galleria di Crocetto e Giustizia (Biasca).

SattelaufliegerI cantieri nelle due gallerie situate in territorio di Biasca segnano l’avvio dell’intero progetto per la realizzazione del «Corridoio 4 Metri» lungo l’asse del San Gottardo. Complessivamente entro il 2020, lungo la tratta lunga 270 chilometri che si snoda tra Basilea e il confine italiano, verranno ampliate circa 20 gallerie per i trasporti con un’altezza agli angoli di 4 metri. Si dovranno inoltre adattare 80 pensiline, gli impianti per la corrente di trazione e i segnali e i sovrappassi. La costruzione della nuova galleria del Bözberg (AG) costituisce il progetto parziale più importante. Nell’Italia del nord anche Rete ferroviaria italiana (RFI) adatterà le tratte dalla frontiera svizzera verso Milano, rispettivamente Luino, agli standard richiesti dal «Corridoio 4 Metri».

Trasferimento delle merci e treni bipiano
Con l’apertura delle gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri, il Corridoio tra Basilea, il Ticino e il nord Italia consentirà dal 2020 di trasbordare su ferrovia tutti i contenitori più utilizzati in Europa – inclusi i grandi semirimorchi – e trasferire quindi più merci dalla strada alla rotaia. Grazie al maggior profilo delle gallerie e delle pensiline sarà anche possibile utilizzare i treni viaggiatori a due piani sull’asse del San Gottardo.

Lavori in due fasi e mantenimento della percorribilità della linea per i treni
Le gallerie di Crocetto (L=275 m) e Giustizia (L= 64 m) sono state realizzate verso il 1870 come infrastrutture di protezione contro i pericoli naturali. L’intervento di genio civile e tecnica ferroviaria – che ha preso avvio il 2 giugno 2014 – è stato program-mato dalle FFS in due fasi distinte. Durante i lavori uno dei due binari sarà messo fuori esercizio. Il traffico ferroviario si svolgerà quindi sul binario adiacente a fasi alternate.
Gli interventi contemplano l’allargamento del rivestimento delle due gallerie e l’abbassamento della quota dei binari per permettere di creare un profilo libero agli angoli di 4 metri. Il rinnovo dei due manufatti sarà terminato nell’autunno del 2016. Gli investimenti ammontano a 29,5 milioni di CHF.

Misure per la clientela
Lungo il tratto dei cantieri di Crocetto e della Giustizia la linea ferroviaria è percorribi-le unicamente su un binario a velocità inferiore a quella normalmente consentita. Ciò comporta ritardi per alcuni treni a lunga percorrenza diretti a nord nel nodo di Arth-Goldau. Dopo attento monitoraggio le FFS hanno elaborato una serie di misure per stabilizzare l’orario, anche se la capacità garantita da due binari in esercizio non può comunque essere raggiunta fino alla conclusione del cantiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.