Cronistoria

Dai lavori di costruzione per la prima galleria del San Gottardo al futuro del traffico merci attraverso le Alpi.

13 settembre 1872

Lavori di costruzione della prima galleria ferroviaria del San Gottardo

Al portale sud iniziano i lavori di costruzione della prima galleria ferroviaria del San Gottardo. Il 24 ottobre dello stesso anno vengono avviati anche i lavori al portale nord.

Le squadre di cantonieri lavorano 24 ore su 24 alternandosi in tre turni e procedono l’una verso l’altra con la tecnica dell’avanzata in calotta (metodo belga).

29 febbraio 1880, poco dopo le 11

Operai della prima galleria ferroviaria del San Gottardo
Operai della prima galleria ferroviaria del San Gottardo

Il primero traforo

Dopo sette anni e cinque mesi di lavori cade l’ultimo diaframma. Lo scarto tra le due avanzate è di soli 33 centimetri in senso planimetrico e di 5 centimetri in senso altimetrico, segnando un vero e proprio capolavoro della tecnica di ingegneria e misurazione di allora. L’evento viene esaltato dalla stampa europea: è nata quella che, con i suoi 15 chilometri, era allora la galleria più lunga del mondo.

Dal 22 al 25 maggio 1882

Inaugurazione

Inaugurazione della prima galleria ferroviaria del San Gottardo lungo la linea di montagna (Göschenen–Airolo).

1897

Ogni giorno 61 treni attraversano la galleria.

1947

Carl Eduard Gruner
Carl Eduard Gruner

Disegno visionario della galleria di base del San Gottardo

Carl Eduard Gruner, ingegnere di Basilea specializzato nella pianificazione dei trasporti, disegna una galleria combinata a due piani, ferroviaria e stradale, fra Amsteg e Bodio, con una stazione sotterranea a Sedrun.

1963

La Confederazione isituì la Commissione «Galleria ferroviaria attraverso le Alpi» che valutò diverse varianti di galleria.

1971

Il Consiglio federale incaricò le FFS di elaborare il «progetto definitivo» per la linea di base Erstfeld–Biasca.

1986

Studi di valutazione

Nuovi tracciati giungono al tavolo delle trattative politiche. Nell’ambito di nuovi studi di valutazione, vengono esaminate varianti per una ferrovia di pianura continua che colleghi il versante alpino settentrionale al confine meridionale del Paese.

1989

Variante rete

Il Consiglio federale sceglie la «variante rete»: una combinazione di trasversali alpine attraverso il San Gottardo e il Lötschberg con l’aggiunta della galleria dell’Hirzel per collegare la Svizzera orientale.

1992

Informazioni sulla votazione NFTA
Informazioni sulla votazione NFTA

Votazione sul NFTA

Il 2 maggio la Svizzera stringe l’accordo sul traffico di transito con la Comunità europea e s’impegna a portare la capacità di traffico ai livelli pattuiti. Il 27 settembre il Popolo svizzero accoglie il decreto federale sulla costruzione della «Nuova ferrovia transalpina» (NFTA), dando così il via libera alla costruzione delle nuove gallerie di base del Lötschberg, del San Gottardo e del Ceneri.

1993

Lavori per il sistema di sondaggio della Piora

Il 1o settembre, con l’organizzazione di progetto AlpTransit, la responsabilità del progetto «AlpTransit San Gottardo» passa dall’Ufficio federale dei trasporti alle FFS. Il progetto prevede la realizzazione della linea di base del San Gottardo da Arth‑Goldau fino a Lugano e l’integrazione della Svizzera orientale. Il 4 ottobre vengono avviati i lavori per il sistema di sondaggio della Piora: vengono appurate la posizione, l’estensione e le proprietà geologiche e idrogeologiche della sacca di Piora. Le trivellazioni di sondaggio sono finalizzate a ottenere informazioni sul tracciato più favorevole dal punto di vista geotecnico della galleria di base del San Gottardo.

20 febbraio 1994

Sì all’Iniziativa delli Alpi

«L’iniziativa delli Alpi» passa la votazione popolare e la tutela della regione alpina entra nella Costituzione federale. Il 52 % degli svizzeri aventi diritto al voto e una marcata maggioranza cantonale accolgono quella che è la prima iniziativa popolare proveniente dalla regione alpina.

1995

Tracciato della galleria di base del San Gottardo e del Ceneri
Tracciato della galleria di base del San Gottardo e del Ceneri (Fonte: AlpTransit)

Tracciato approvato

Il 12 aprile il Consiglio federale approva, su proposta delle FFS, la realizzazione del tracciato della galleria di base del San Gottardo tra Erstfeld e Bodio e della tratta a cielo aperto Bodio–Giustizia. Il 3 ottobre iniziano i lavori del progetto di costruzione.

1996

Lavori di preparazione e sondaggio

A Sedrun si dà il via ai primi lavori di preparazione e sondaggio e vengono avviati i lavori per il cunicolo d’accesso. A Sedrun viene inoltre inaugurato il centro visitatori AlpTransit con un’area informativa destinata alla popolazione.

1998

Sì al FTP

Popolo e Stati dicono sì alla «tassa sul traffico pesante commisurata alle prestazioni» e al disegno di legge per l’ammodernamento della ferrovia (FTP), assicurando così il finanziamento dei grandi progetti ferroviari. In questo modo il popolo svizzero dà il via libera alla costruzione della Nuova ferrovia transalpina. Iniziano le procedure di gara d’appalto per l’assegnazione dei lavori di costruzione dei tratti di galleria di Amsteg, Sedrun, Faido e Bodio.

1999

Inizio degli scavi del pozzo principale

A Sedrun iniziano gli scavi del pozzo principale. Ad Amsteg prendono il via con un primo brillamento i lavori di avanzamento sul versante nord del San Gottardo. Anche sul versante sud l’inizio degli avanzamenti si celebra con un primo brillamento a Faido.

2000

A Bodio si scava il cunicolo di aggiramento. Sono dunque iniziati anche a sud delle Alpi i lavori per la Galleria di base del San Gottardo.

2001

A sud inizia la realizzazione della tratta a cielo aperto Bodio–Biasca.

2002

Inizia la costruzione della stazione multifunzionale di Faido. A Bodio la prima TBM inizia l’avanzamento verso nord.

2003

Nel settore nord della Galleria di base del San Gottardo la prima TBM viene assemblata e avviata ad Amsteg, per poi avanzare verso Sedrun.

2004

2003_al01-24564-v1-2004_02_00_amsteg_ostroehre_mit_stollenbahn
Canna est a Amsteg

Iniziano i preparativi anche a Erstfeld. Sono dunque iniziati i lavori in tutti e cinque i cantieri della Galleria di base del San Gottardo.

2006

A Camorino viene posata la prima pietra della Galleria di base del Ceneri.

2007

Brillamenti per la Galleria di base del Ceneri

A Sigirino prendono il via i brillamenti per lo scavo del cunicolo di accesso della Galleria di base del Ceneri. A Erstfeld, presso il portale nord della Galleria di base del San Gottardo, iniziano i lavori di avanzamento.

2008

Credito globale approvato

Il Parlamento svizzero ha approvato un credito globale di 19,1 miliardi CHF per la realizzazione della NFTA. Per l’asse del San Gottardo sono stati preventivati 13,2 miliardi CHF. Queste cifre si basano sul livello dei prezzi del 1998 e non comprendono il rincaro, l’IVA e gli interessi di costruzione.

Giugno 2009

Traforo preciso

Cade l’ultimo diaframma tra Erstfeld e Amsteg della galleria di base del San Gottardo: lo scarto tra le due avanzate è di 14 mm in senso planimetrico e di 5 mm in senso altimetrico.
Per scoprire come questo capolavoro di tecnica ingegneristica sia stato realizzato, cliccate qui.

2 settembre 2010

Montaggio la tecnica ferroviaria

Partendo dal portale sud della galleria di base del San Gottardo, si inizia a montare la tecnica ferroviaria nella canna ovest fra Bodio e Faido. Da lì al 2012, questo tratto di 16 chilometri viene dotato di tutte le installazioni tecniche necessarie, come binari, linea di contatto, alimentazione elettrica, impianti di telecomunicazione e di sicurezza.

15 ottobre 2010

Primero traforo principale

Cade il diaframma principale fra Sedrun e Faido: nella canna est termina così lo scavo della galleria di base del San Gottardo su una lunghezza di 57 km.

2011

Smontaggio à Sedrun
Smontaggio nella canna est à Sedrun

Terminano gli scavi con esplosivo

Terminano gli scavi con esplosivo nella galleria di base del San Gottardo. La posa della tecnica ferroviaria inizia anche sul versante alpino settentrionale della galleria di base del San Gottardo.

2012

Il Consiglio federale nella galleria di base

Il 5 settembre il Consiglio federale visita la galleria ferroviaria più lunga al mondo, salendo a bordo di quello che è il primo treno viaggiatori ad aver mai sferragliato sulla tratta definitiva da Erstfeld a Sedrun. Viene posto l’accento sulla grande importanza della NFTA per la rete ferroviaria europea.

2016

Apertura della galleria di base del San Gottardo (Erstfeld–Bodio): l’inaugurazione si svolgerà a giugno, mentre la messa in esercizio della galleria di base del San Gottardo è prevista per dicembre.

2019

È prevista l’apertura della galleria di base del Ceneri, ultima tratta NFTA per l’esercizio commerciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.