Tram di Basilea a Belgrado

Quest’anno 14 tram della BVB, l’azienda di trasporto pubblico di Basilea, dopo 44 anni hanno esaurito il loro ciclo di servizio nella città bagnata dal Reno. Ormai non soddisfano più gli standard odierni. I tram degli anni Settanta in livrea verde troveranno una nuova casa a Belgrado.

All’inizio di febbraio una platea di curiosi ha potuto godersi un esclusivo spettacolo alle spalle del deposito di tram di Dreispitz. Una pesante gru gommata ha sollevato un tram verde dai binari e, dopo averlo tenuto sospeso in aria, lo ha adagiato su un carro pianale con precisione al centimetro. In tre giorni sono stati caricati complessivamente 14 tram della BVB che successivamente sono stati trasportati in treno a Belgrado, la loro nuova casa. La FFS Cargo gestisce il trasporto del materiale rotabile scartato da Basilea a Buchs (SG). Noi abbiamo accompagnato tre «Drämmli» all’inizio del loro viaggio.

Video

Galleria Foto

La guerra nella ex Jugoslavia ha compromesso il trasporto pubblico locale di Belgrado, costretto a fare i conti con la carenza di parti di ricambio e carburante. Nel 2000 il trasporto locale era pressoché in ginocchio. In collaborazione con la Segreteria di Stato dell’economia svizzera (SECO), nello stesso anno il comune di Belgrado lanciava il programma «Trams for Belgrade». Nell’ambito di questo programma la SECO si fa carico delle spese di trasporto e si prende cura delle pratiche doganali e di esportazione.
A un solo anno di distanza, i primi tram della BVB stavano già sferragliando per le strade della capitale serba.Altri trasporti di tram sono stati effettuati nel 2002, 2005 e 2009. Dal 2013 le strade di Belgrado sono percorse anche dai tram gialli della Baselland Transport AG. Oggi a Belgrado un tram su tre proviene da Basilea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.