FFS Cargo elabora un piano di risanamento e sviluppo.

Il traffico merci in Svizzera si trova di fronte a un cambiamento fondamentale ed è confrontato con una diminuzione strutturale delle quantità nel sistema di traffico di carri completi e nel traffico a carri completi isolati. Attualmente FFS Cargo elabora un programma di risanamento e sviluppo. Non è ancora stata presa alcuna decisione.

Dopo che nel corso degli ultimi anni FFS Cargo Svizzera ha risanato l’impresa e nel 2013, 2014 e 2016, dopo lungo tempo, ha registrato cifre positive, oggi la ferrovia per il trasporto merci si trova nuovamente sotto pressione. FFS Cargo International è riuscita a migliorare il proprio risultato 2017, nonostante la chiusura di sette settimane della tratta a Rastatt (G). Per contro il sistema del trasporto a carri completi di FFS Cargo all’interno degli spazi economici svizzeri è leggermente diminuito, con un saldo negativo dello 0,8 percento, mentre il trasporto di piccole e frammentate quantità nel trasporto a carri completi singolo è fortemente diminuito, con un saldo negativo del 14,5 percento. Questa flessione, nonostante fosse prevista nei piani di sviluppo congiunti con i clienti, si è rivelata più rapida del previsto, anche perché le esigenze che concernono quantitativi di spedizioni minori e maggiore flessibilità sono aumentate e continueranno a farlo. Le perdite sono anche il motivo degli elevati costi strutturali, nonostante FFS Cargo negli ultimi anni si sia notevolmente snellita a livello amministrativo.

Perdite nell’ordine di milioni, in doppia cifra.

FFS Cargo Svizzera concluderà quindi l’anno 2017 con un saldo negativo nell’ordine di milioni, in doppia cifra. Per questo motivo attualmente viene elaborato un programma di risanamento e di sviluppo al fine di rendere l’azienda sana e in grado di concludere dei partenariati. I clienti vengono coinvolti nella pianificazione. In quest’ottica non ci saranno sorprese, dato che adattamenti nella catena logistica hanno solitamente tempistiche considerevoli.

A lungo termine viene presa in considerazione una riduzione degli impieghi di circa un terzo dell’attuale occupazione. La prospettiva a lungo termine della riduzione d’impieghi permette alle FFS di preparare in maniera accurata l’azienda e i collaboratori al cambiamento. La riduzione avverrà in larga parte attraverso fluttuazioni naturali. Nei prossimi sei anni presso FFS Cargo sono previsti 400 pensionamenti.

Parallelamente le FFS porteranno avanti i progetti di automazione già avviati. L’impiego di nuove tecniche quali, ad esempio, l’agganciamento automatizzato, modificano il mestiere del manovratore e lo rendono più sicuro ed efficiente. Questo permette alle FFS di restare concorrenziale rispetto alla strada e di mantenere le merci su rotaia. Per le FFS è altresì importante fornire prospettive ai collaboratori – per la formazione FFS Cargo ha accantonato 10 milioni di CHF.

Non è ancora stata presa alcuna decisione.

La Direzione delle FFS e di FFS Cargo si è occupata negli scorsi mesi dello sviluppo e rispetta la propria responsabilità nei confronti dei collaboratori, dei clienti e dei proprietari, mirando il prima possibile a un risultato positivo per FFS Cargo Svizzera.

I lavori non sono ancora conclusi e non è stata presa alcuna decisione. Per le FFS è importante comunicare proattivamente. Il 1 marzo è prevista una comunicazione in questo senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.