«5L next»: inaugurata la prossima generazione di carri merci

L’abbreviazione «5L» designa – in tedesco – le caratteristiche del carro merci, ossia silenziosità, leggerezza, solidità di marcia, ottimizzazione per la logistica e orientamento ai costi del ciclo di vita.

FFS Cargo aveva già presentato il treno 5L alla fiera della logistica 2017. Alla fiera di Monaco di quest’anno FFS Cargo ha inaugurato la prossima generazione di carri merci «5L next». «Con ‹5L next› ripensiamo la tecnica del carro merci per i clienti, i detentori dei carri e i gestori dell’infrastruttura», ha affermato all’evento Jasmin Bigdon, responsabile Asset Management di FFS Cargo. E ha aggiunto: «Nello sviluppo del carro merci non abbiamo potuto basarci sulla tecnologia esistente, ma abbiamo sviluppato tutti i componenti praticamente ex novo.»

Così nel carro «5L next» il telaio è riprogettato da capo e ottimizzato per la produzione industriale con un peso ridotto. Il segmento centrale non è più saldato, ma rivettato e bullonato, analogamente ai metodi di produzione nel settore autocarri.

Il peso ridotto, le sale montate dei carrelli a orientamento radiale e l’ottimizzazione aerodinamica riducono il consumo energetico e rendono il carro complessivamente più ecologico. Grazie ai componenti innovativi, inoltre, il «5L next» necessita di meno manutenzione. In questo modo si riducono i costi di manutenzione e si aumenta la disponibilità dei carri nell’esercizio.

«Nel traffico merci il carro non è stato messo in discussione per molto tempo», ha affermato Michail Stahlhut, CEO di Hupac SA, che ha rappresentato i clienti nel dibattito. Ora l’importante è introdurre la nuova standardizzazione in tutta Europa. Questo è quanto ribadito anche da Sven Wellbrock di VTG. Che, tuttavia, ha aggiunto: «Con l’iniziativa TSI stiamo riuscendo a coinvolgere nuovi partner. Ma ciò richiede anche che i fornitori siano aperti nei confronti del sistema ferroviario.»

Separazione tra sottostruttura e sovrastruttura

FFS Cargo integra la sottostruttura standardizzata del «5L next» con sovrastrutture intelligenti. La separazione tra sovrastruttura e sottostruttura aumenta enormemente la flessibilità e la disponibilità dei carri merci. Le sovrastrutture si orientano alle esigenze dei clienti e si differenziano in base al tipo di trasporto (merci commerciali, trasporti di massa e di merci alla rinfusa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.