Verifica dei punti di servizio: oltre il 95 percento delle merci rimane sui binari

Nel mese di settembre 2019 FFS Cargo ha concluso la seconda fase della verifica dei punti di servizio poco utilizzati, annunciata a marzo 2018.

Complessivamente FFS Cargo, in collaborazione con i clienti e i Cantoni in tutta la Svizzera, ha verificato oltre la metà dei 344 punti di servizio nonché valutato e definito possibili alternative al servizio giornaliero fisso. Grazie alle soluzioni adottate, oltre il 95 percento delle merci continua a essere trasportato su rotaia.

Ora il traffico a carri sistematico è composto da 154 punti di servizio, che FFS Cargo intende rafforzare ulteriormente mettendo a disposizione dei clienti un’offerta regolare, affidabile e altamente performante. Del resto, è qui che risiedono i punti di forza della ferrovia. Al riguardo FFS Cargo si assume il rischio dell’occupazione.

Presso i 131 punti di servizio, il servizio ai clienti è personalizzato con soluzioni su misura, che vengono riesaminate annualmente. In tal modo FFS Cargo ha la possibilità di servire i clienti rispondendo a richieste esplicite e può pertanto reagire in modo più flessibile all’evoluzione dei quantitativi.

A partire dal cambiamento d’orario 2019/2020, in 59 punti di servizio il trasporto non sarà più effettuato in quanto la domanda attuale non consente un esercizio redditizio. In alternativa è stato possibile concordare soluzioni a treni completi o trasferire i trasporti ad altri punti di servizio. Se in tali punti di servizio i volumi dei carri trasportati dovessero aumentare nuovamente, sarà possibile riesaminare l’offerta nel traffico a carri completi. Inoltre come sempre in tutti i punti di servizio in Svizzera circoleranno treni completi.

Nel 2018, durante la prima fase di valutazione, erano stati verificati 35 punti di servizio nell’Oberland bernese e nel Giura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.