Reporting delle emissioni: la ferrovia sostiene la protezione del clima

Come è noto, il traffico merci di FFS Cargo contribuisce in modo significativo alla protezione del clima. Ma che cosa hanno in comune 176 879 voli di andata e ritorno da Zurigo a New York con le merci trasportate da FFS Cargo? E come fanno i clienti di FFS Cargo a sapere con precisione quante emissioni dannose per clima hanno evitato con i loro trasporti?

Grazie al trasferimento del trasporto merci dalla strada alla rotaia, FFS Cargo e i suoi clienti hanno evitato solo nel 2020 l’emissione di circa 459 886 tonnellate di CO2, pari a circa 176 879 voli di andata e ritorno da Zurigo a New York o a 2 221 548 viaggi in autocarro, ormai diventati superflui.

In termini di prestazione di trasporto, il traffico merci su rotaia richiede sette volte meno energia e produce undici volte meno gas nocivi rispetto a quello su autocarri. Ma il traffico merci su rotaia è all’avanguardia non solo per quanto riguarda i gas serra: la ferrovia si posiziona in modo ottimale anche in riferimento all’efficienza della superficie. Ad esempio, se si trasporta una tonnellata di cereali per una distanza pari a 100 chilometri, il traffico merci su rotaia necessita solo di 80 m2 di spazio, mentre il trasporto con autocarri utilizza una superficie pari a 560 m2. Questo significa che, con lo stesso carico di merci, la ferrovia utilizza una superficie sette volte inferiore rispetto a quella richiesta dal trasporto su strada.

Con il trasferimento del trasporto merci su rotaia, tutte le imprese possono contribuire in modo diretto e indiretto alla protezione del clima. Dal 2012, FFS Cargo mette a disposizione della propria clientela un reporting individuale nel quale si comparano le emissioni inquinanti della ferrovia con quelle prodotte dal trasporto su strada. Il reporting elenca emissioni nocive come CO2 o particelle di polveri fini generate dai trasporti.

Oltre a contenere informazioni relative alla produzione di gas serra, il reporting evidenzia anche il numero di viaggi in autocarro risparmiati grazie al trasferimento su rotaia. A chi desidera fare un ulteriore passo avanti nella protezione dell’ambiente, il reporting delle emissioni offre la possibilità di rendere il proprio trasporto a impatto zero: l’organizzazione myclimate calcola un importo di compensazione con il quale sostenere e promuovere progetti a favore della protezione del clima in Svizzera o in Paesi in via di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.