Economia circolare: più di un semplice slogan a effetto?

Il concetto di «economia circolare» è sulla bocca di tutti. FFS Cargo non si limita a parlarne, ma affronta l’argomento su diversi fronti.

Cosa si intende per economia circolare? Secondo questo concetto, i materiali e i prodotti già in uso vengono riutilizzati il più a lungo possibile. Ciò significa che vengono riparati, rigenerati e riciclati, con l’obiettivo di prolungare al massimo il loro ciclo di vita e ridurre al minimo i rifiuti.

FFS Cargo ha già fatto suo questo modo di pensare e di agire. «L’economia circolare ha radici profonde nella nostra strategia e nella nostra cultura», sottolinea la CEO Désirée Baer. Collaboratrici e collaboratori sono quindi chiamati a «pensare in modo circolare» a due diversi livelli: «Da un lato, noi di FFS Cargo dobbiamo utilizzare le risorse in modo oculato. Dall’altro, vogliamo supportare efficacemente i nostri clienti nell’applicazione della loro economia circolare.»

Una seconda vita

Trasportare le merci su rotaia è una scelta rispettosa del clima. «Questo ci rende un partner ideale per le aziende che applicano attivamente l’economia circolare», afferma con soddisfazione Désirée Baer.

FFS Cargo compie un ulteriore e importante passo avanti occupandosi anche dei trasporti che riportano ai clienti i materiali da rigenerare. Come spiega Anita Bühler, senior project manager nell’unità Logistica dei lavori e smaltimento, «vetro, alluminio e carta possono essere riutilizzati più e più volte». FFS Cargo gestisce inoltre il servizio di trasporto del materiale di sterro dai cantieri fino a una discarica sicura e attenta alla sostenibilità. Nel settore edile FFS Cargo collabora con i propri partner a soluzioni per trasportare in un impianto di trattamento i residui delle demolizioni provenienti dai cantieri, così da produrre materiali da costruzione a norma di legge per nuovi progetti di edilizia.

«Con tutte queste soluzioni, FFS Cargo contribuisce attivamente a un’economia rispettosa delle risorse», sostiene Anita Bühler. «Aiutiamo a preservare le materie prime primarie e a trasformare i rifiuti in materie prime secondarie, che ricevono così una seconda o persino molteplici vite.»

«Risparmiamo sui materiali e sui costi»

Oltre a sostenere i clienti, FFS Cargo punta a un’economia circolare anche al proprio interno: la manutenzione dei veicoli avviene con la maggiore lungimiranza possibile e in funzione del loro stato. Benjamin Wecker, capoprogetto senior Automazione, illustra il processo basandosi sull’esempio della sala montata: «Se il diametro e la geometria delle ruote non sono più soddisfacenti, si esegue una tornitura. Solo quando questa soluzione non è più possibile sostituiamo la sala montata. In questo modo otteniamo un risparmio di materiale, energia e costi.»

Di solito sono in particolare i grandi componenti a essere revisionati: ad esempio i graduatori o i motori nelle locomotive di vecchia produzione, e i convertitori o la trasmissione in quelle nuove.

Dare il buon esempio

Désirée Baer chiude il cerchio: «Sosteniamo l’economia svizzera nel percorso verso la neutralità climatica e tramite l’economia circolare. E lo facciamo dando il buon esempio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.