Futuro

Proseguire con successo il trasferimento nel transito alpino

Con l’apertura della Galleria di base del Ceneri nel dicembre 2020, verrà completato un altro tassello del puzzle per un efficiente collegamento nord-sud attraverso la Svizzera. Tuttavia, il potenziamento del corridoio merci internazionale è in ritardo di almeno un decennio. Gli aumenti di produttività nel trasporto combinato internazionale sono quindi dimezzati rispetto a quanto inizialmente previsto.

Risanamento e ampliamento delle officine Cargo di Chiasso

A Chiasso sono arrivate gru e pale meccaniche: sono infatti in programma il risanamento e la modernizzazione delle officine di manutenzione. In questo modo questa sede vicina al confine potrà consolidare il proprio orientamento alle attività verso terzi, un settore redditizio e in costante crescita, tutelando al contempo i posti di lavoro. L’obiettivo è completare l’ampliamento dei capannoni entro la fine del 2020.

Nuovo forte partner svizzero entra nella FFS Cargo SA

La Swiss Combi AG – composta dai fornitori di servizi logistici Planzer, CamionTransport, Galliker e Bertschi – acquisice il 35 percento della FFS Cargo SA e diventa partner dell’impresa di trasporto merci leader in Svizzera. Il partenariato previsto rafforza il trasferimento dalla strada alla rotaia e aumenta in modo sostenibile lo sfruttamento delle capacità nel traffico a carri sistematico e nel traffico combinato. L’obiettivo è di consolidare la competitività della ferrovia nella catena logistica della fornitura dei clienti e di impiegare i diversi sistemi di trasporto secondo i loro punti di forza. L’acquisizione necessita ora dell’approvazione delle autorità garanti della concorrenza.

Discussione tra esperti: «Il tempo dell’automazione nel traffico merci su rotaia è adesso»

A maggio di quest’anno FFS Cargo è stata la prima ferrovia merci europea ad introdurre sulla propria rete l’accoppiamento automatico. In combinazione con la prova automatica dei freni e il sistema di avvertimento anticollisione sulle locomotive di manovra, essa costituisce il terzo presupposto per l’esercizio con operatore unico. Le tre tecnologie agevolano il personale di manovra nella preparazione dei treni.