FFS Cargo, Rail Cargo Group e PJ Messtechnik lavorano al carro merci intelligente

Oggi, alla fiera transport logistic a Monaco, FFS Cargo, Rail Cargo Group (RCG) e PJ Messtechnik (PJM) hanno siglato un contratto per l’elaborazione congiunta di una preparazione semiautomatica dei treni. Le soluzioni di comunicazione e di cloud di nuova concezione permetteranno insieme ai sensori di automatizzare la preparazione dei treni nel prossimo futuro. La prima fase di questa soluzione di sistema riguarda l’integrazione della prova freni automatica nella preparazione dei treni parzialmente automatizzata. L’obiettivo comune è impiegare un treno merci intelligente a livello internazionale e creare così le basi per un nuovo standard nella comunicazione In-Train.

La digitalizzazione nel traffico merci ferroviario avanza. Aumentano costantemente le richieste dei clienti in relazione ai sistemi telematici e ai sensori nel traffico merci su rotaia. Ancora più importante dunque è standardizzare, digitalizzare e infine automatizzare gli odierni processi di produzione nel traffico merci ferroviario. FFS Cargo, RCG e l’esperto di monitoraggio dei carri merci PJM hanno unito le forze per portare avanti lo sviluppo di un treno merci intelligente.

Un modello di treno merci intelligente orientato al futuro
Attualmente le prove freni vengono eseguite manualmente. Pertanto il funzionamento dei freni di ogni nuova composizione deve essere verificato da un collaboratore direttamente sul carro prima della partenza. Questa operazione in futuro sarà automatizzata per rendere più affidabili e più sicure le attività dei collaboratori addetti alle operazioni di smistamento e preparazione dei treni.

Lo sviluppo congiunto e internazionale di prodotti nel traffico merci ferroviario è una soluzione sensata sotto molteplici punti di vista. Le soluzioni di sistema elaborate potranno ad esempio venire testate oltre i confini nazionali, in Svizzera e in Austria, accelerando così l’ottenimento del riconoscimento da parte delle autorità a livello europeo. Per questo motivo FFS Cargo, RCG e PJM stanno sviluppando insieme un treno di prova competitivo. Questo progetto pilota rappresenta una pietra miliare per lo sviluppo tecnologico nel traffico merci ferroviario. In questo modo non solo si garantisce l’interoperabilità, ma si sperimentano anche standard aperti per il traffico merci europeo. Inoltre, grazie ai processi automatizzati, si incrementano ulteriormente la sicurezza e l’affidabilità del traffico su rotaia. Con il sistema WaggonTracker PJM fornisce la tecnica di controllo necessaria. L’azienda PJM è un centro di controllo accreditato per i veicoli ferroviari e sviluppa e realizza prodotti nel settore della tecnica di misurazione così come soluzioni telematiche e di monitoraggio per la ferrovia.

I primi test saranno eseguiti già questa estate. Si prevede che la prima generazione di treni merci intelligenti circolerà in modalità produttiva in Svizzera e Austria nel secondo semestre 2018.

Autore

SBB Cargo
SBB Cargo

903 articoli

Commenta

Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>